Progetto Atlante

IL PROGETTO DI MONITORAGGIO DELLE TARTARUGHE

In collaborazione con la Fondazione Cetacea Onlus con cui la Blu Marine Service sta cooperando in numerosi progetti è stata liberata una tartaruga marina della specie “caretta caretta” chiamata Atlante, il 21 ottobre 2010 dalla spiaggia del lungomare di San Benedetto del Tronto.  Altre volte sono stati liberati esemplari di tartaruga nelle acque sambenedettesi dopo il periodo di recupero presso l'Ospedale delle tartarughe che la Fondazione cetacea gestisce. All'evento della liberazione sono intervenuti oltre 42 classi circa 750 bambini delle scuole primarie dei comuni di San Benedetto del Tronto, Grottammare e Cupra  Marittima.

La Blu Marine Service in un ottica di collaborazione con la Fondazione Cetacea e con l'obiettivo di promuovere la ricerca e la sostenibilità dell'ambiente marino, ha acquistato un trasmettitore satellitare che  è stato applicato ad Atlante. La Fondazione Cetacea in collaborazione con l'Università di Pisa acquisirà tutte le informazioni ricevute dal satellite relativamente agli spostamenti della tartaruga.

L'organizzazione dell'evento ha avuto un importante contributo della Lega Navale di San Benedetto del Tronto e dei volontari dell'Associazione Amici della Sentina; la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ha inviato il nucleo subacqueo garantendo la sicurezza del tratto di scogliera antistante la spiaggia ed effettuando interessanti filmati della liberazione. Ha contribuito al progetto con un contributo anche Banca Marche Spa.

Atlante dopo essersi diretto a Sud fino al Gargano ha attraversato l'Adriatico fino al Sud della Croazia per poi ritornare indietro verso l'alto Adriatico; il 23 Dicembre 2010 è stato ricevuto l'ultimo segnale dal trasmettitore. Dopo 2 mesi di mancanza del segnale il canale satellitare è stato sospeso. Le ipotesi sulla mancanza del segnale possono far pensare ad un malfunzionamento dell'apparecchio o ad un suo distacco, più che alla perdita dell'animale. Ci piace infatti pensare che Atlante stia continuando il suo viaggio nel Mediterraneo e che è stato comunque interessante aver condiviso i suoi spostamenti.

Dim lights Embed Embed this video on your site

IL PROGETTO DIDATTICO

Oltre ai dati necessari per la ricerca scientifica, la Blu Marine Service effettuerà presso le scuole di San Benedetto e Grottammare che aderiscono al progetto, percorsi ed interventi didattici improntati sul progetto. Dal momento della liberazione, ai suoi spostamenti in Italia e nel Mediterraneo, saranno organizzati eventi e manifestazioni di varia natura; illustrando il percorso dell'animale ma anche i territori che esso attraverserà così da unire le scienze alla geografia ed alla storia usando come filo conduttore l'ecologia.

Tutte queste iniziative nell'anno 2010 dedicato della Biodiversità centrano in pieno gli obiettivi di sensibilizzazione, cultura, e rispetto per l'ambiente.

Le attività didattiche sono anche volte alla sensibilizzazione per l'istituendo Parco Marino del Piceno, favorendo la discussione sulle tematiche ambientali.

IL DOCUMENTARIO

La Blu Marine Service nell'ottica di proseguire il percorso iniziato con il progetto Atlante nel 2011 sta realizzando un video documentario che ha come oggetto la vita di una tartaruga marina nell'Adriatico. I filmati subacquei sono stati tutti realizzati nelle mare di San Benedetto e rappresentano un interessante spaccato della fauna e flora marinA delle acque costiere.

Il documentario la cui uscita prevista è febbraio 2012 è rivolto ai bambini delle scuole primarie a cui verrà proposto.

Il Trailer sarà disponibile tra qualche giorno su questa sezione, ma è già visibile sulla pagina facebook di Atlante  

Gli interessati ad avere maggiori informazioni possono scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.