Progetto BeMed


La Fondazione Principe Alberto II di Monaco

Nel giugno 2006, il Principe Alberto II di Monaco ha deciso di instituire la sua Fondazione per affrontare l'allarmante situazione ambientale del nostro pianeta. La Fondazione Principe Alberto II di Monaco è dedicata alla tutela dell'ambiente ed alla promozione dello sviluppo sostenibile su scala globale. La Fondazione sostiene iniziative promosse da organizzazioni pubbliche e private, nel campo della ricerca e sensibilizzazione, l'innovazione tecnologica e le pratiche socialmente consapevoli. La Fondazione concentra i suoi sforzi su tre principali aree.

La missione della Fondazione

- Stabilire partnership al fine di realizzare progetti e realizzare attività concrete nelle aree di azione prioritaria.
- Sensibilizzare il pubblico ed aumentare la consapevolezza dell'impatto delle attività umane sull'ambiente naturale, incoraggiando un comportamento più rispettoso dell'ambiente.
- Promuovere e incoraggiare le iniziative in essere e le soluzioni innovative tramite l'assegnazione di premi e borse di studio.

Tre aree prioritarie

- Bacino del Mediterraneo, a causa della posizione geografica del Principato di Monaco.
- Le regioni polari, come indicatori privilegiati di evoluzioni del cambiamento climatico.
- I paesi meno sviluppati (come definito dalla lista ufficiale delle Nazioni Unite), come ad esempio i paesi del Sahel dell'Africa, che sono fortemente influenzati dagli effetti dei cambiamenti climatici, la perdita di biodiversità e la carenza acqua.

Tre principali ambiti di intervento

-Limitare gli effetti dei cambiamenti climatici e promuovere le energie rinnovabili.
-Salvaguardare la biodiversità.
-Gestire le risorse idriche e lotta alla desertificazione.

L'inquinamento di plastica negli oceani è uno dei disastri ecologici più inquietante per il nostro futuro. Una volta rilasciato nell'ambiente, la plastica può perdurare fino a 500 anni prima di scomparire. Considerando l'impatto dell'inquinamento di rifiuti plastici sugli ecosistemi e sulle risorse marine, nonché la qualità dell'acqua e la salute delle popolazioni, la Fondazione del Principe Alberto II di Monaco, Surfrider Foundation Europe, la Fondazione Tara expedition, la Fondazione Mava e la IUCN hanno deciso di agire insieme attivando il programma BeMed (Beyond plastic in the Mediterranean) "al di là della plastica nel Mediterraneo" per sensibilizzare e mobilitare la società civile per effettuare azioni concrete. L'obiettivo è la creazione di una rete mediterranea di organizzazioni (ONG, enti pubblici, aziende, privati) impegnati nella lotta contro l'inquinamento di plastica, per sviluppare progetti innovativi ed efficaci per la difesa degli oceani.

BeMed Beyond plastic in the Mediterranean

Sono state undici le iniziative per la lotta contro l'inquinamento della plastica in mare che sono state premiate in presenza del Principe Alberto II di Monaco il 30 Marzo 2017 a Monte Carlo in occasione della Ocean week. 

L'iniziativa Beyond Plastic MED è un'iniziativa a livello internazionale promossa per affrontare la sfida di un Mediterraneo senza plastica. L'obiettivo del programma BeMed è sostenere soluzioni socialmente responsabili ed innovative per migliorare lo stato del Mediterraneo, attraverso collaborazioni tra i settori pubblico e privato, le ONG e la comunità scientifica.

Per raggiungere questo primo obiettivo, BeMed ha lanciato un invito a presentare proposte, rivolto a tutti i paesi del Mediterraneo. Le iniziative a cui è stato dato sostegno sono state selezionate per il loro carattere innovativo, sia da un punto di vista tecnologico che organizzativo e di impatto sul territorio. BeMed finanzierà iniziativa volte a:
- implementare azioni sul campo al fine di modificare il comportamento sociale per quanto riguarda l'uso insostenibile della plastica;
- diffondere le buone pratiche, sia per quanto riguarda la gestione dei rifiuti in plastica e la realizzazione di prodotti alternativi;
- istituire progressivamente una rete mediterranea di attori locali impegnata a combattere l'inquinamento della plastica.


Progetto Blue Packaging

Il progetto della Blu Marine Service finanziato da BeMed è intitolato Blue Packaging e prevede:

  • la realizzazione di 3 convegni (2 in Italia nel centro Adriatico a San Benedetto del Tronto (AP) e Martinsicuro (TE) ed uno in Spagna a Barcellona) per affrontare il tema del marine litter ed in particolare l'inquinamento da plastica in mare;
  • lo sviluppo di azioni dimostrative sul possibile utilizzo di materiali innovativi biodegradabili e compostabili in sostituzione degli imballaggi in plastica.


Il problema della plastica in mare è estremamente importante e necessità di immediate soluzioni; tutte le ultime ricerche scientifiche confermano infatti, l'altissimo rischio di contaminazione degli organismi marini da parte dei rifiuti plastici. L'utilizzo di materiali alternativi alla plastica ed in particolare derivanti da fonti rinnovabili e biodegradabili è una alternativa che può limitare inquinamento marino e terrestre da rifiuti plastici.

Il progetto Blue Packaging ha il suo focus sulla riduzione dell'impatto dei rifiuti del settore ittico ed in particolare del packaging in polistirolo. Oltre alla realizzazione dei convegni necessari per il coinvolgimento degli stakeholders verrà organizzata a scopo dimostrativo una iniziativa che prevede l'utilizzo di imballaggi per il settore ittico realizzati con materiali innovativi, biodegradabili e compostabili. E' infatti convinzione della Blu Marine Service che una via per ridurre l'impatto della plastica in mare è evitare di utilizzarla.




Programma Convegni

1) Luogo: Martinsicuro (TE) Data: 19 Maggio 2017 ore 16.30 Location: Sala consiliare
2) Luogo: San Benedetto del Tronto (AP) Data: da definire Location: da definire
3) Luogo: Barcellona (Spain) Data: Giugno 2017 da confermare Location: MUSEU MARÍTIM DE BARCELONA

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Partnership del progetto




Links

Allegati